SCIOPERO degli SCRUTINI PRIMO QUADRIMESTRE

I Cobas Scuola di Genova proclamano a livello provinciale uno sciopero per le intere giornate di mercoledì 3 e giovedì 4 febbraio 2010. Lo scopo di questi due giorni di sciopero è quello di, violando il tabù dell’intoccabilità degli scrutini, richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul processo di smantellamento della scuola pubblica e sul più grande taciuto e mistificato licenziamento di … Continua a leggere

RINGRAZIAMO L’UDC

Scuole superiori: per il solo voto dell’Udc, ok ai regolamenti attuativi L’Udc  gioca su due (e più) tavoli ed in maniera sempre più equivoca. Vota contro alla Camera, vota con la maggioranza di governo al Senato. Poi dichiara di stare all’opposizione! I regolamenti, se dovessero continuare il loro iter senza interruzioni, vanno impugnati. Il parere del Consiglio di Stato, non … Continua a leggere

Senato: parere sul riordino di Licei, Tecnici e Professionali

La VII Commissione Istruzione del Senato ha espresso il previsto parere sul riordino di Licei, Tecnici e Professionali nel link a piè di pagina i testi dei pareri Nessuna novità rispetto al parere espresso nei giorni scorsi dalla Camera. Ora manca solo l’approvazione definitiva da parte del Consiglio dei Ministri. Anche in questa occasione il parere del Consiglio di Stato … Continua a leggere

OGGI a ROMA 14.30 SIT-IN CONTRO RIFORMA

27 gennaio  Roma ore 14.30-18 sit-in a P.Navona davanti al Senato durante la discussione dei Regolamenti di ‘riforma’ delle superiori  Cobas Scuola MOBILITAZIONE CONTRO IL RIORDINO DELLE SCUOLE SUPERIORI Sono stati approvati in Commissione Cultura della Camera dei deputati i Regolamenti che disciplinano il riordino delle scuole superiori con cui vengono abrogate le sperimentazioni in corso, vengono ridotti gli indirizzi … Continua a leggere

La scuola fascista

La scuola fascista Istituzioni, parole d’ordine e luoghi dell’immaginario Curato da D. Montino e G. Gabrielli per il Cesp e pubblicato da Ombre corte. Raccoglie 38 voci redatte da 12 ricercatori che affrontano il nodo della scuola del regime. Introduzione di Monica Galfré. Nelle sedi Cesp-Cobas e nelle librerie  http://www.cespbo.it/testi/2009_3/la_scuola_fascista.htm il libro affronta il nodo della scuola nel ventennio fascista … Continua a leggere

Il trucco della riforma Gelmini. E’ un marchingegno a tempo

di Franco Buccino – La Repubblica Ed. Napoli – venerdì 22 gennaio 2010 – pag. 15 La pervicacia del ministro Gelmini a voler introdurre la cosiddetta riforma dal prossimo anno scolastico ci costringe a tornare su un argomento che pensavamo bell´e archiviato: le iscrizioni alla scuola di secondo grado. L´altro giorno un´amica mi ha chiesto perché non ci fosse sul … Continua a leggere

TESTO DA INVIARE ENTRO MERCOLEDI 20.01 ALLE COMMISSIONI PARLAMENTARI

La riforma va ripensata, la riforma va rinviata ——————————————————————————– di red  Il governo aveva intenzione di provvedere all’approvazione definitiva dei regolamenti entro gennaio dopo il via libera delle Commissioni parlamentari. Il parere del Consiglio di Stato del 13/01/10 impone però al governo, che voleva procedere con decreti ministeriali, la definizione di nuovi regolamenti sui programmi, sull’articolazione delle cattedre, sugli indicatori … Continua a leggere

La posizione dei Cobas sulle elezioni regionali

Per le prossime elezioni regionali, i COBAS, come in precedenti occasioni, non sosterranno alcuna lista o candidato/a, non faranno propaganda né daranno indicazioni di voto per alcuno, partito o candidato/a che sia, non presenteranno propri esponenti in alcuna lista o coalizione. Se iscritti/e COBAS dovessero presentarsi alle elezioni regionali, lo farebbero a puro titolo personale, non riceverebbero alcun sostegno dall’organizzazione … Continua a leggere

SCONCERTANTE DICHIARAZIONE CISL

Insegnanti di Religione – Solo polemica politica. Dichiarazione di F.Scrima, Segretario Generale CISL Scuola I diritti e gli interessi dei lavoratori non si difendono alimentando polemiche infondate e strumentali che puntano a metterli gli uni contro gli altri. Non c’è stato alcun “aumento” di stipendio riservato agli insegnanti di religione, ma solo il ripristino della corretta applicazione di norme che … Continua a leggere

LO SCANDALO DEGLI INSEGNANTI DI RELIGIONE

Lo scandalo degli insegnanti di religione, ingigantito dalla decisione governativa di regalare ad essi un “tesoretto” tramite aumenti biennali, è in realtà un insieme intollerabile di scandali. Il primo di essi riguarda l’imposizione della religione come materia insostituibile nella scuola pubblica e strumento di propaganda clericale tra i giovani. La possibilità di rendere tale materia almeno davvero facoltativa è stata … Continua a leggere